Dimensioni e salvataggi V-RAY for SketchUp. Una guida sui passaggi da seguire

Dimensioni e salvataggi V-RAY for SketchUp. Una guida sui passaggi da seguire

Dimensioni e salvataggi v-ray for sketchup

Prima di entrare nel merito dell’aspetto circa dimensioni e salvataggi V-RAY for SketchUp (VFS), va ricordato che V-Ray funziona principalmente come plug-in da installare su software 3D di terze parti, fra questi quelli su cui trova la maggiore diffusione sono SketchUp, 3D Studio Max e Maya.

Di seguito verrà illustrato il procedimento da seguire per dimensioni e salvataggio V-Ray For SketchUp (VFS) versione 4, detta V-Ray Next, tratto dal manuale V-Ray for SketchUp di Marco Chiarello, edito dalla Maggioli Editore.

Le dimensioni del rendering non sono preimpostate per coincidere con quelle dell’area di disegno di SketchUp, ma su di un formato più piccolo, che consente tempi ridotti. Dimensioni e proporzioni possono essere modificate nel box Render Output, in cui si trova anche una comoda impostazione di salvataggio automatico.

Dimensioni e salvataggi V-RAY for SketchUp. Safe Frame

Safe Frame consente di vedere un’anteprima dell’area effettivamente sottoposta a rendering, in base alle proporzioni dell’immagine. Due bande grigie ai lati o sopra/sotto (a seconda delle proporzioni scelte) compaiono in sovrimpressione e sono escluse dal rendering. In questo modo, in fase di studio dell’inquadratura, si può valutare meglio il taglio dell’immagine. È utile mantenere questa impostazione attivata.

Dimensioni e salvataggi V-RAY for SketchUp. Image Width/Height

Image Width/Height esprime le dimensioni dell’immagine in pixel. Si possono modificare a piacere: si consiglia di mantenere valori bassi in fase di studio dell’immagine e progressivamente aumentarle per arrivare ai rendering finali. Aumentare le dimensioni consente di vedere meglio i dettagli, eventualmente si può sottoporre a rendering una singola regione con Region Render per verificare parti specifiche senza dover ricorrere all’elaborazione dell’intera immagine.

Per decidere le dimensioni finali si tenga presente che V-Ray esporta l’immagine in pixel assoluti, non sono presenti impostazioni relative alla risoluzione. Si può seguire una semplice regola: 300 DPI (Dots Per Inch) sono considerati una buona risoluzione di stampa per immagini che devono essere viste da vicino, supponendo quindi di voler stampare in formato A4 (29,7 cm x 21,0 cm), e approssimando un pollice a 2,54 cm:

  • larghezza foglio (29,7 cm) / pollice (2,54 cm) = 11,7
  • 11,7 pollici x 300 DPI = 3.510 pixel (e conseguentemente 2.480 pixel in altezza)

Se si desidera stampare in altri formati basta eseguire questo semplice calcolo per individuare il numero di pixel ottimali. Si tenga anche presente che, se l’immagine deve essere vista da lontano (come un tabellone al limite di una lottizzazione) servono meno DPI in stampa, in virtù del fatto che l’immagine è vista da lontano. On-line si possono trovare tabelle di conversione con cui trovare il numero ottimale di DPI (e quindi di pixel) ottimali in funzione della distanza di visione stimata. V-Ray modifica i valori rispettando le proporzioni impostate nella voce seguente: Aspect Ratio. Modificandone uno, l’altro si adegua automaticamente.

Leggi anche: Sketchup pro, una bicicletta con un razzo sul portapacchi

Dimensioni e salvataggi V-RAY for SketchUp. Aspect Ratio

Esprime il rapporto fra larghezza e altezza. Sono elencate alcune proporzioni standard ed inoltre:

  • match viewport: ricopia le dimensioni (e quindi anche le proporzioni) dell’area di disegno di SketchUp;
  • custom: consente di introdurre pro-porzioni personalizzate.

Dimensioni e salvataggi V-RAY for SketchUp. Salvataggio delle immagini

Scegliere il formato di salvataggio è un passaggio cruciale perché significa scegliere la qualità dell’immagine da preservare. I formati principali sono:

  • PNG (Portable Network Graphics): consigliato, è un formato caratterizzato da ottimo rapporto peso/qualità, supporta una compressione senza perdita di dati ed inoltre può contenere il canale Alpha (ovvero trasparenza) utile in post-produzione;
  • JPG (Joint Photographic Group): formato caratterizzato da leggerezza del file, ha una compressione con perdita dei dati, quindi salva un’immagine molto leggera ma alterata, per contenere il peso finale;
  • VRIMG (V-Ray Image): è il formato V-Ray che conserva la massima qualità. È pesante ma questo è dovuto al fatto che conserva tutte le possibili caratteristiche dell’immagine, in modo da poterle recuperare nella post-produzione.

Le modalità di salvataggio del rendering sono quattro:

  1. Frame Buffer: salvataggio manuale del render corrente;
  2. Save Image: salvataggio automatico dell’immagine al termine dei rendering;
  3. Batch Render: elaborazione e salvataggio in serie delle Scene presenti;
  4. History: salvataggio e confronto di immagini alla massima qualità.

Il testo è di Marco Chiarello.

Per approfondire, leggi il libro:

V-Ray for SketchUp

V-Ray for SketchUp


Marco Chiarello , 2019, Maggioli Editore

V-Ray è uno dei più famosi e potenti motori di rendering al mondo, viene utilizzato da migliaia di professionisti e aziende che necessitano di uno strumento fortemente configurabile per la produzione di immagini di altissima qualità. Trova impiego in vari settori: dall’architettura agli...


36,00 € 30,60 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *