Come prevenire i Black Out elettrici? Il Progetto SESAME

Come si possono prevenire ed evitare i black-out? La domanda non è affatto banale. In un mondo sempre più interconnesso, dove la condivisione non è solo quella di Facebook o Twitter, ma coinvolge anche Sistemi e Organizzazioni, Operatori di mercato e Gestori, il rischio di rimanere senza corrente elettrica fa scorrere brividi freddi lungo la schiena di tecnici e professionisti delle reti elettriche. Proprio a causa di questi profondi e diffusi legami, il sistema di fornitura elettrica diventa sempre più vulnerabile e a rischio instabilità.

I Black Out che si verificarono nel 2003 negli Stati Uniti e in Canada, per esempio, coinvolsero circa 50 milioni di persone e i danni economici causati dall’interruzione dell’alimentazione di energia elettrica provocarono danni stimati fra i 4 e i 10 miliardi di dollari. In Italia, sempre nel 2003 (annus horribilis per quanto riguarda i Black Out), la caduta di un albero in Svizzera mise in ginocchio il nostro Paese e i suoi 55 milioni di abitanti, per un danno di oltre mezzo miliardo di euro.

Ad andare in tilt, in caso di Black Out, sarebbe tutto il sistema: niente telefoni, tv, computer, internet, persino l’illuminazione diffusa o viaggiare in tempi considerati oggi ragionevoli sarebbe impossibile senza elettricità; gli ospedali e tutto il sistema sanitario andrebbe in crisi così come qualsiasi aspetto della nostra vita moderna. La consapevolezza di questo rischio reale ha spinto l’Unione europea a investire in ricerca in questo settore.

Come si possono dunque prevenire ed evitare i black-out?
La risposta sta nelle infrastrutture per l’energia elettrica e la loro messa in sicurezza. Il progetto europeo SESAME (Securing the European Electricity Supply Against Malicious and accidental thrEats), coordinato dal prof. Ettore Bompard del Politecnico di Torino, un progetto da 4 milioni di euro co-finanziato dalla Commissione europea, avrà proprio il compito di sviluppare sistemi per proteggere reti e impianti di energia europei dai pericoli tradizionali ed emergenti.

Il consorzio di SESAME riunisce i più illustri esperti in campo scientifico e industriale di rete elettrica, di economia, di sicurezza, di politica tecnologica e normativa.
SESAME partirà con una sorta di check-up dell’intera rete europea per accertare la vulnerabilità degli impianti e lo stato di sicurezza della rete.
Dovrà individuare gli interventi da attivare e determinare  le possibili misure di prevenzione delle interruzioni e l’accelerazione del ripristino automatico, con un’attenta analisi costi/benefici nel contesto del mercato elettrico europeo.
Si occuperà inoltre di stimare il danno / impatto di guasti di rete reali, anche attraverso interviste ai cittadini europei in 27 stati membri, e sviluppando simulazioni precise ed analisi di scenario sulla rete europea. L’obiettivo è quello di fornire ai decisori politici uno strumento all’avanguardia per le politiche di sicurezza dell’Unione europea nel settore elettrico, basato su un’attenta analisi costi-benefici.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico