Certificazione energetica, in arrivo il decreto di Stato

È finalmente pronto il decreto statale che definisce i metodi di calcolo e i requisiti minimi per l’efficienza energetica delle costruzioni e degli impianti, sia per il riscaldamento invernale che per la produzione di acqua calda sanitaria.

È quanto si legge in un articolo apparso ieri su Il Sole 24 Ore. Pare che al d.P.R. si aggiungano anche altri strumenti normativi, di imminente adozione, su qualificazione professionale e indipendenza di tecnici e organismi abilitati a rilasciare la certificazione energetica degli edifici.
Infine, è pronto il decreto che dovrebbe definire le linee guida nazionali per la certificazione energetica. In ogni caso, fanno sapere fonti del Governo, queste nuove disposizioni non andranno a interferire sulle linee guida già emesse da alcune regioni. Quindi, le nuove norme si applicheranno solo alle regioni che non si sono ancora pronunciate in materia e solo fino a quando non emetteranno i loro regolamenti specifici.
Come noto, alcune regioni si sono già mosse su vari piani.
La Liguria, per esempio, ha riunito in un unico atto tutte le disposizioni per i professionisti abilitati al rilascio della certificazione energetica e ha specificato i requisiti necessari per accedere all’elenco regionale dei certificatori, i contenuti, l’articolazione e le caratteristiche dello specifico corso di formazione, nonché le procedure per il rilascio dell’autorizzazione a tenere i corsi da parte di soggetti pubblici o privati. Nello stesso tempo, però, è caduto l’obbligo di allegare l’attestato di certificazione energetica a pena di nullità dei trasferimenti, anche se rimane comunque quello di consegnare l’attestato per non incorrere in sanzioni amministrative.
Scatta invece dal 1° luglio 2009 in Lombardia l’obbligo di allegare l’attestato di certificazione al momento del rogito. Stessa situazione in Piemonte, dove l’obbligo di consegnare il documento di certificazione per i trasferimenti di singole unità immobiliari partirà sempre dal 1° luglio prossimo.
È già in vigore dal 1° gennaio di quest’anno in Emilia Romagna l’obbligo di allegare l’attestato di certificazione nel caso di trasferimenti a titolo oneroso di interi fabbricati, mentre partirà dal 1° luglio l’obbligo anche per i trasferimenti di singole unità abitative.

Leggi anche:
Certificazione energetica: finalmente le norme attuative


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico