Associazioni professionali ammesse alla gara negli appalti

Con la sentenza 7054/2009 del 12 novembre scorso, il Consiglio di Stato dà la possibilità ai professionisti di aggiudicarsi una gara pubblica avvalendosi delle competenze di altre aziende.

Nel caso in esame i giudici hanno dato ragione a un’associazione professionale di architetti che si era aggiudicata il restauro di una villa comunale. 
Hanno così confermato l’orientamento fornito precedentemente dal Tar Lombardia, che aveva posto sullo stesso piano i raggruppamenti temporanei di professionisti e quelli di imprese. 
 
Il Tribunale amministrativo aveva respinto il ricorso proposto da un gruppo di professionisti contro la decisione della Stazione Appaltante di affidare i lavori ad una associazione professionale. 
Anche la Corte di Giustizia europea si era pronunciata in modo analogo, attenta a promuovere la concorrenza, contro il monopolismo. 

Sull’orientamento giurisprudenziale ha anche pesato la procedura di infrazione aperta dalla Commissione europea contro l’Italia. Prendendo come riferimento il decreto legislativo 163/2006, Codice dei Contratti Pubblici, è stato precisato che la nozione di operatore economico comprende ogni persona fisica o giuridica, ente pubblico e raggruppamento di persone ed enti che offrono sul mercato la realizzazione di lavori, prodotti e servizi. Nozione recepita dal terzo correttivo del Codice.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico