Antisismica. Genio civile informatizzato: si parte dalla Calabria

Dal primo gennaio 2011, iter più snello ed elevati standard di sicurezza per le autorizzazioni a costruire in Calabria, grazie alla collaborazione con Eucentre. L’inizio del nuovo anno ha segnato, infatti, l’informatizzazione delle procedure, e la trasmissione dei progetti agli ex Geni Civili avverrà per via telematica, attraverso il SI-ERC (Sistema Informatico per l’Edilizia in Regione Calabria), sistema per la denuncia e la trasmissione di pratiche edilizie relative ad interventi di carattere strutturale, sviluppato con la collaborazione della Fondazione Eucentre di Pavia.

Si tratta di una procedura informatica di supporto agli enti operanti nel settore edilizio – spiega Barbara Borzi, coordinatrice della Sezione Rischio Sismico di Eucentre – ed è il database di tutta la documentazione progettuale, sia di carattere tecnico che amministrativo, per qualsiasi opera e per qualsiasi intervento strutturale. Per edifici e ponti, propone l’inserimento di dati progettuali e consente di eseguire in modo automatico i controlli di conformità e coerenza della progettazione alle norme tecniche. Pertanto è uno strumento di supporto all’attività di vigilanza sulle costruzioni, alla quale la Regione si trova a far fronte, e che consente di gestire il regime di autorizzazione in modo più agile”.

Il SI-ERC costituisce, inoltre, un utile supporto nella procedura di deposito dei progetti per la realizzazione delle nuove costruzioni e per l’autorizzazione delle opere di interesse strategico e di particolare rilevanza per finalità di protezione civile. Una virata decisa, dunque, verso la digitalizzazione della pubblica amministrazione e lo snellimento delle procedure amministrative, permettendo anche ai professionisti di monitorare dal proprio computer lo stato delle pratiche.
Le modalità operative sono già state illustrate ai rappresentanti degli ordini professionali dal dirigente generale del Dipartimento Infrastrutture, Giovanni Laganà e dal responsabile regionale dei servizi tecnici decentrati Salvatore Siviglia.

Anche questa iniziativa si colloca all’interno della convenzione stipulata tra il Dipartimento dei Lavori Pubblici della Regione Calabria ed Eucentre, a cui è stato affidato il compito di formare il personale presso gli uffici del genio civile, una convenzione che prevede il riordino della normativa sismica regionale, corsi di formazione per i tecnici della Regione, degli altri enti territoriali (province e comuni) e per i professionisti, attività di monitoraggio delle opere infrastrutturali di interesse strategico di competenza regionale, definendone la pericolosità e la vulnerabilità sismica.

La convenzione stessa è arrivata alla fine del 2009, in seguito alla sentenza n.182 del 20 aprile 2006, che ha ribadito la necessità, per quanto riguarda la vigilanza sulle costruzioni sismiche, del regime autorizzativo a salvaguardia dell’incolumità pubblica e privata e dei principi che regolamentano il governo del territorio e protezione civile, eliminando il sistema di controllo a campione introdotto dalle varie leggi regionali. Una vera e propria svolta, visto che il provvedimento della Consulta ha portato le regioni a legiferare in materia sulle costruzioni che ricadono nelle zone sismiche.

Articolo di Barbara Borzi, Eucentre Pavia


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico