Antisismica. Adeguamento sismico tramite isolamento della Città Ospedaliera di Avellino

Nel presente articolo presentiamo l’adeguamento sismico, mediante isolamento alla base, di un edificio situato nella Città Ospedaliera di Avellino. La struttura, costruita negli anni Ottanta, evidenziava una notevole vulnerabilità alle azioni sismiche, come previste dalle Norme tecniche per le costruzioni 2008. L’adeguamento sismico mediante isolamento alla base ad opera di Fip Industriale ha permesso il riutilizzo della struttura con un intervento dal costo contenuto e di breve durata.

Il Procedimento
Le immagini delle diverse fasi dell’intervento di adeguamento antisismico sono illustrate nella foto-gallery di questo articolo.

1. Prima dell’esecuzione del getto di ringrosso della parte inferiore del pilastro, vengono poste in opera le armate integrative, le zanche di ancoraggio per le mensole e le sedi per le zanche di ancoraggio inferiore del dispositivo, che rimarranno annegate nel gesso stesso.

2. Vengono quindi praticati i fori al di sopra della zona di inserimento dei dispositivi, entro i quali vanno alloggiate e poi inghisate  barre filettate, opportunamente dimensionate, all’estremità delle quali vengono poste in opera altrettante zanche (questi ancoraggi rimarranno in opera e potranno essere riutilizzati per interventi futuri di manutenzione e/o sostituzione dei dispositivi.

3. Si praticano infine due pretagli lungo il perimetro del pilastro per delimitare la zona da asportare successivamente.

4. A maturazione del getto avvenuta, si procede alla posa di adeguate mensole in carpenteria metallica sulle quali posare le attrezzature idrauliche che permetteranno il trasferimento temporaneo del carico al di fuori del pilastro.

5. Si elimina una adeguata porzione del pilastro per creare lo spazio necessario alla interposizione dell’isolatore.

6. Si posa in opera, in modo provvisorio, il collare in acciaio che fungerà da ancoraggio superiore dell’isolatore e, di seguito, si posa l’isolatore.

7. Si procede con la messa in opera dei dispositivi avendo cura di garantirne la perfetta planarità. A maturazione avvenuta, si smontano le attrezzature idrauliche e le mensole in carpenteria.

Eventuali successivi interventi di manutenzione e/o sostituzione degli isolatori saranno possibili adoperando le carpenterie metalliche già utilizzate durante la prima posa.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico