Anteprima al Solarexpo 2011. In arrivo SOLfixx per tetti industriali piani

Continuiamo la nostra rassegna di novità per il settore fotovoltaico, presentate al Solarexpo 2011, segnalando quella in arrivo da Solon, uno dei principali produttori di moduli e sistemi fotovoltaici in Europa. Stiamo parlando di SOLfixx, un innovativo sistema fotovoltaico espressamente progettato per tetti industriali piani con bassa capacità di carico statico, come le coperture in plastica e i tetti bituminosi. Per i tetti piani, la novità risiede nel fatto che modulo e sottostruttura sono integrati in un unico elemento. Il sistema sarà disponibile nel nostro mercato a partire da luglio 2011

L’installazione, assicurano gli ingegneri della Solon, avviene in modo semplice e rapido, senza perforare la superficie del tetto e lasciando completamente intatta la guaina. La struttura di sostegno a forma di “vasca” viene saldata, ancorata o zavorrata al tetto. Il modulo viene quindi agganciato alla “vasca” con un semplice clic.
Solon SOLfixx è, infatti, un sistema “plug and play” che non richiede l’impiego di alcun attrezzo in fase di montaggio.
Il sistema SOLON SOLfixx sfrutta in modo ottimale la superficie del tetto, offrendo il massimo rendimento per metro quadrato. L’inclinazione di 10 gradi del sistema e l’impiego di moduli Solon garantiscono un grado di efficienza del 14,7%.

Questo nuovo prodotto è adatto a tutti i tipi di coperture con riserva di carico a partire da 13,9 kg/m2. Per le membrane bituminose e sintetiche saranno disponibili, in tempi brevi, speciali soluzioni di fissaggio. Da segnalare è il passacavi già integrato nella sottostruttura, che non necessita quindi di essere fornito a parte. Questo sistema consente inoltre di separare l’installazione meccanica da quella elettrica permettendo così a lattonieri ed elettricisti di lavorare in modo indipendente.
Il sistema rispetta il requisito di altezza massima inferiore ai 30 cm permettendo di godere della tariffa su edificio anche in assenza di balaustra. SOLfixx è provvisto di canali di ventilazione che dissipano il calore generato sotto il modulo.
Il carico si distribuisce sul 70% della pianta del modulo evitando così i carichi lineari che possono originarsi in corrispondenza dei binari nei sistemi di tipo convenzionale. Il prodotto osserva quindi le raccomandazioni dei principali produttori di rivestimenti per tetti.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico